Visitare la collina di Fiesole: ecco dove andare
12 Agosto 2019
La storia del lampredotto, il vero Street Food fiorentino
12 Agosto 2019
Show all

Firenze ed Assassin’s Creed: ecco come rivivere le esperienze del videogioco visitando Firenze


Firenze e Assassin’s Creed dal 2009 ormai sono legati a doppio filo, ma neanche per un momento dovete pensare che tutto quello che avete avuto modo di vedere nel gioco sia la verità. Ci sono tuttavia tanti aspetti riportati da Ubisoft che corrispondono effettivamente ad eventi storici realmente accaduti. è interessante andare a tracciare una linea di confine fra finzione e realtà in questo caso ed in questo articolo, vogliamo darvi proprio qualche spunto su questo.

Sono molti i posti reali di Firenze che sono stati rappresentati nel gioco e sappiamo benissimo come la Ubisoft possa essere maniacale nelle ricostruzioni, ultimo esempio le ricostruzioni 3d donate alla Francia a seguito della sciagura avvenuta alla Cattedrale di Notre Dame, ma accanto a luoghi reali ve ne sono altrettanti immaginari

Ma andiamo adesso a ricostruire le esperienze di Ezio Auditore per quanto riguarda i luoghi reali da lui esplorati nella città di Firenze e vediamo di definire quali di questi siano reali e quali invece siano frutto della licenza narrativa presa da Ubisoft.

Ne vedremo delle belle!

Ponte Vecchio a Firenze

Iniziamo con Ponte Vecchio, il ponte che permetteva di portare le persone Oltrarno, l’ultima zona di Firenze ad essere recintata dalle mura, arrivate alla loro sesta espansione. Qui Ezio affronta uno dei rappresentanti della famiglia Pazzi, Vieri, proprio all’inizio della sua avventura ed è proprio qui che si procura il taglio sul labbro che contraddistingue lui, i suoi avi e i suoi discendenti.

Ponte Vecchio a Firenze

Il Mercato Vecchio

Subito dopo questa vicenda è possibile visitare il Mercato Vecchio a pochi passi dal Ponte Vecchio. Da non confondere col Mercato Nuovo costruito solo nella seconda metà del XVI secolo. Oggi il Mercato Vecchio non è più possibile visitarlo perché è stato abbattuto nel 1870 quando Firenze divenne capitale del Regno d’Italia.


Mercato Vecchio di Firenze

Santa Maria Novella 

In questa chiesa è situata una delle tombe della Confraternita degli Assassini, precisamente quella di Darius e proprio qui assiste ad un complotto templare. Da qui, a seguito di una rocambolesca fuga, Ezio riesce a raggiungere Palazzo Medici (Riccardi) dove si incontra con Lorenzo de’ Medici

Piazza Santa Maria Novella e relativa Chiesa

Palazzo Auditore

La famiglia non è mai esistita nella storia di Firenze, a meno che non si associ a loro gli Uditore, famiglia realmente esistita. Il palazzo comunque viene dichiarato “demolito” qualche anno dopo la morte di tutti i parenti di Ezio fatta eccezione per sua madre e sua sorella.

Spedale degli Innocenti

Lo Spedale degli Innocenti prende il suo nome dal fatto che i bambini appena nati potevano venire portati e affidati alle cure dei monaci. Spesso questo luogo veniva utilizzato per i figli illegittimi di famiglie nobiliari o in imminente pericolo di abbandono. Tutt’oggi la struttura è utilizzata, ma per altre motivazioni. Sono presenti due asili nido e una zona di accoglienza per i ragazzini in attesa di affido.

Lo Spedale Degli Innocenti, il nome è un chiaro riferimento ai bambini che venivano abbandonati davanti alle sue porte per essere adottati

Basilica di Santa Croce

Qui Ezio assassina, in un impeto di rabbia, il Gonfaloniere di Firenze. La basilica è situata in una delle piazze più ampie della città e innanzi ad essa durante il mese di giugno viene allestito il campo per la competizione del Calcio Storico Fiorentino. Contigua alla basilica è presente la cappella de’ Pazzi.

La Bottega di Leonardo

In realtà questa bottega non era proprietà di Leonardo da Vinci, ma di Andrea del Verrocchio, maestro dell’artista. Situata vicino a Santa Croce è qui che Ezio riceve le innovazioni al suo equipaggiamento costruite tramite gli schemi recuperati durante il gioco.

Palazzo della Signoria

Qui si consuma l’impiccagione di coloro che presero parte alla Congiura de Pazzi, qui abbiamo una delle imprecisioni storiche del gioco perché, cinematograficamente parlando, Jacopo de Pazzi viene ucciso da Ezio. Siamo abituati a queste “licenze poetiche”, basti pensare alla serie tv Medici – Master of Florence, dove addirittura Jacopo viene ucciso da Lorenzo de Medici, mentre in realtà venne linciato dalla folla che sosteneva i medici e successivamente impiccato assieme a Salviati e al figlio di Jacopo.

Palazzo Della Signoria a Firenze: attualmente sede del comune cittadino


Santa Trinità

Questa chiesa viene visitata durante il tragitto dal Mercato Vecchio fino a casa Auditore. Questa basilica è una delle più importanti chiese fiorentine e si affaccia su Piazza Santa Trinita. E’ una delle poche chiese fiorentine a racchiudere in se lo stile Romanico e quello Gotico. Essendo in una posizione strategica durante il vostro tragitto, vi consiglio di visitarla.

Basilica di Santa Trinita a Firenze

Santa Maria del Fiore (Duomo)

Qui si consuma la Congiura de Pazzi, ma non soltanto. Nodo nevralgico di Firenze e del gioco di Assassin’s Creed 2, Ezio la visita svariate volte e al suo interno trova una delle tombe degli assassini della Confraternita. A fianco ad essa è presente il Campanile di Giotto, non il punto più alto di Firenze, ma uno dei più alti e suggestivi.

Il meraviglioso Duomo di Firenze

Basilica di San Lorenzo

Una delle poche chiese “incompiute” di Firenze, ma non per questo meno caratteristiche. E’ la chiesa che raccoglie tutte, o quasi, le tombe della famiglia Medici. Questa chiesa viene visitata da Ezio durante una delle espansioni del gioco durante il periodo in cui Firenze è sotto il contro di Savonarola.

La basilica di San Lorenzo

Palazzo Pitti

Palazzo Pitti

Questo palazzo, della famiglia Pitti, è situato Oltrarno ed è visitabile nel gioco sempre durante il periodo di Savonarola. Qui abbiamo un’altra imprecisione storica per quanto riguarda il gioco; è qui che per i creatori che Savonarola viene ucciso e arso sul rogo, mentre il fatto avviene innanzi a Palazzo Vecchio e potrete trovare una piastra commemorativa nella piazza antistante.

Ma manca qualcosa nel gioco, lo sapevate?

Il Battistero di San Giovanni, completamente assente all’interno del videogioco

Il Battistero, uno dei più imponenti e antichi edifici di Firenze non è stato minimamente disegnato nel gioco anche se nella realtà era già stato costruito nel periodo di ambientazione del gioco.

Vi consigliamo di visitarlo e osservarne i portali mentre siete nella piazza del Duomo essendo di fronte a Santa Maria del Fiore stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *